La Cascina come è

Ho assunto l’impegno di condurre l’azienda agricola Cascina Oschiena nel 2008, mi chiamo Alice Cerutti, trentasei anni, coltivatrice diretta laureata in Economia Aziendale a Torino.

Nel corso di questi anni con la mia famiglia abbiamo eseguito numerosi interventi di ammodernamenti nel totale rispetto delle strutture esistenti, ben consapevoli della storia pluricentenaria della nostra Cascina. Con grande attenzione abbiamo mantenuto i caseggiati antichi: l’essiccatoio e i silos necessari per una risicoltura all’avanguardia sono stati armoniosamente inseriti all’interno dell’architettura storica come anche la stalla, che una volta ospitava i cavalli da tiro, è stata riconvertita per il rimessaggio di trattori e attrezzature agricole. Gli antichi fienili con archi a sesto acuto sono oggi abitati da Gufi e Barbagianni ottimi alleati naturali nella lotta ai roditori.

Nel 2012 sono stati installati pannelli fotovoltaici che consentono una riduzione del consumo energetico da fonti non rinnovabili e una diminuzione di emissioni di CO2 in atmosfera incrementando così l’ecosostenibilità aziendale.

Guardando gli antichi cabrei della Cascina riportanti i canali alberati e le siepi a contorno delle strade intrapoderali, abbiamo deciso nel 2012 di aderire al progetto ECORICE nell’ambito del programma Europeo Life Natura 2000. Nel perseguire l’obiettivo del progetto di salvaguardare l’ambiente e la biodiversità, ricreando il paesaggio rurale antico, sono stati quindi rinaturalizzati due fontanili mediante l’ampliamento dell’occhio e il rimboschimento delle sponde e sono state piantumate oltre 2000 piante tra siepi ed alberi ad alto fusto sulle sponde di canali irrigui. Il territorio dell’azienda agricola è inoltre inserito nella rete ecologica predisposta dal Parlamento Europeo denominata Zona di Protezione Speciale “Risaie Vercellesi”.

Nel 2019 è stata creata l'Oasi Naturale di Cascina Oschiena restituendo all'ambiente 25 ettari da sempre destinati alla produzione di riso. Il target di questo importante progetto è il ripopolamento della Pittima Reale, raro uccello migratore il cui ultimo sito censito di nidificazione in Italia è proprio Cascina Oschiena. www.oasinaturaledellepittimeoschiena.it. Per questo motivo la Pittima Reale è diventata il logo della Cascina e dei suoi prodotti.

Grazie all'impegno profuso nei sistemi di agricoltura sostenibile e nei progetti volontari di tutela e ricostruzione di aree naturale, i terreni del Tenimento sono stati riconosciuti nel 2018 dalla Regione Piemonte e dalla Provincia di Vercelli come Riserva di protezione e ripopolamento della fauna.

All’interno dell’Azienda è stato allestito un piccolo spaccio aziendale dove è possibile acquistare i risi coltivati in Cascina per cui garantiti dalla nostra cura, oltre ad altri prodotti agricoli provenienti da realtà familiari selezionate come la nostra.